Perchè Vegano?

Con questo progetto innovativo la Famiglia Guarini ha l’obbiettivo di portare sulla tavola dei consumatori vini tradizionali sotto una veste innovativa e sempre più attuale: il “Vegan”. Molte persone si chiedono come sia effettivamente il vino vegano e spesso esiste l’errata opinione che il vino vegano non sia in realtà un vero vino. Al contrario bisogna sfatare questa convinzione sottolineando che il vino vegano rende possibile assaporare un prodotto ottenuto applicando i vecchi metodi tradizionali e che quindi ne mantiene assolutamente il gusto, l’aspetto, il sapore e si differenzia soltanto perché per la sua produzione non si utilizzano prodotti di origine animale, quali:
- colla di pesce,
- albumina (dall’uovo o dal sangue di bue defibrinato),
- caseina e caseinati (dal latte),
- lisozima (dall’uovo),
- gelatina (da cotenna e/o da ossa di suino e/o di bovino),
ammessi dalla normativa vigente come coadiuvanti utilizzati praticamente tutti nelle chiarificazioni e che vengono sostituiti da prodotti di origine non animale o da tecniche produttive spesso più onerose ma che permettono di ottenere analoga qualità del “tradizionale” senza impatti sul mondo animale.

Infatti la differenza è proprio questa: il vino vegano è prodotto, lungo tutta la filiera (tutte le fasi produttive, dal ricevimento e vinificazione delle uve, alla lavorazione, preparazione e imbottigliamento del vino) senza impatti (uso diretto o indiretto) su animali.

Il vino vegano è quindi ottimo e apprezzabile sicuramente anche da chi vegano non è!

Missione Azienadale

Per Losito e Guarini il vino vegano è comunque un nuovo obiettivo nel percorso salutistico che ha intrapreso da anni in tema di produzioni attente agli aspetti etici e con una filosofia di gestione e produzione il più possibile rispettosa dell’ambiente e attenta a soddisfare le esigenze di quei consumatori che mettono alla base delle loro scelte forme di garanzie sui contenuti (ingredienti, additivi, coadiuvanti) e sui metodi (tecniche produttive), oltre a far si che anche categorie sensibili per aspetti sanitari (persone con forme diverse di allergie) possano comunque godere del vino sulla tavola, come alimento e come piacere.)
Già da tempo, infatti, Losito e Guarini ha adottato una politica di gestione “allergen free” relativamente agli allergeni e alle intolleranze alimentari che l’ha portata, pur essendo questi ammessi in uso dalla normativa.

vigente purché citati in etichetta, ad eliminarne l’utilizzazione o ridurla significativamente dove non sono in essere tecniche o sostituzioni che permettano però una corretta conservazione del prodotto da parte dell’acquirente e consumatore:)
- Uova e prodotti a base di uova, compreso lisozima ottenuto da uovo (non utilizzato))
- Pesce e prodotti a base di pesce (non utilizzato))
- Soia e prodotti a base di soia (non utilizzato))
- Latte e prodotti a base di latte (non utilizzato))
Solfiti (ridotti a valori inferiori ai limiti posti dalla legge e al minimo da poter garantire una azione antiossidante che altrimenti decadrebbe con perdita di valore sensoriale e anche nutritivo))
)
La scelta e quindi l’etica vegana non sono una moda, ma presentano diversi aspetti positivi in ambito salutistico:

Salute

L’alimentazione vegana riduce la quantità di grassi di origine animali assunti, eliminando comunque la totalità del colesterolo, in pratica, dei grassi saturi, principali fonti di occlusione delle arterie che portano a ictus e infarti, oltre a determinare comunque una forte riduzione dei grassi in generale che, insieme agli zuccheri, costituiscono una delle principali cause dell’obesità. Secondo recenti statistiche Eurostat le persone vegane hanno una percentuale di obesità che va dal 5 al 20% in meno rispetto a quelle che mangiano carne e prodotti di origine animale (uova, latte, formaggi). Oltre alla bilancia, anche il resto dell’organismo ne gode: la riduzione del rischio di contrarre diabete di tipo 2 e l’abbassamento del colesterolo ne sono infatti un esempio.

Diffusione

Negli ultimi anni un boom: + 13.5% dal 2013 al 2014 in Italia i vegetariani e i vegani sono in forte crescita!

Secondo il rapporto Eurispes 2014 infatti, in Italia circa 4.2 milioni di persone, contro i 3.7 del 2013, si sono dichiarate vegetariane e vegane. Nel dettaglio, spiega Eurispes, di questo 7.1% della popolazione, circa il 25% si è dichiarato vegano e il 75% vegetariano. Da tenere in considerazione è indubbiamente il dato Eurostat di crescita dal 2006 (5.6% della popolazione, ovvero 58 milioni di abitanti) al 2014 (7.1% della popolazione, ovvero 60 milioni di abitanti).
Sempre secondo le stime Eurispes, in tutto il mondo i vegani e i vegetariani sono un miliardo di persone, una su 7: il doppio della percentuale italiana. L’india è il Paese con il più alto il numero di persone vegane (30% della popolazione), mentre in Europa è la Germania a detenere il primato con l’8.6%.

Eco Sostenibilità

Secondo gli scienziati americani Robert Goodland e Jeff Anhang, co-autori di “Livestock and Climate Change”, circa il 20% dell’inquinamento derivante dalle attività umane è collegato agli allevamenti o al trasporto/lavorazione degli animali. Il nostro impatto ambientale, ossia il modo in cui influiamo sull’ambiente, deriva dall’insieme delle nostre scelte di vita e di consumo. Il concetto “cruelty-free” del mondo vegano non è quindi da considerare solo ed esclusivamente come impatto sul mondo animale, ma su tutto l’ecosistema planetario.

Quindi, sulla base di tutto ciò, la scelta Vegan è per tutti: non esiste il vegan-tipo!

In Tavola

La cucina vegan offre un’infinita varietà di cibi tra cui scegliere, di piatti da preparare, semplici e complessi, senza nulla invidiare alla cucina e al mangiare “tradizionale” basato sulla presenza dei prodotti di origine animale. Sugli scaffali e sui tavoli dei ristoranti si trovano già prodotti vegan che sostituiscono o si avvicinano ai piatti tradizionali della cucina italiana, ma anche internazionale .……….. ora noi vogliamo servirvi il vino!

Contact

Losito & Guarini srl

Email: vini@lositoeguarini.it
Ufficio Commerciale: 0362/560325
Sito Produttivo: 0385/61203

via Gustavo Modena, 10
27050 Redavalle (PV)